Rettili martoriati e vanità della moda

Qui si possono inserire notizie e iniziative d'interesse ornitologico e ambientale, oltre alle petizioni pro ambiente e animali

Moderatori: Giovanna, Passera, Niseema, Giac, °°Gaia°°

Avatar utente
Giovanna
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 11377
Iscritto il: mar mar 06, 2007 8:16 pm
città di residenza: Padova
Località: Padova

Rettili martoriati e vanità della moda

Messaggioda Giovanna » mer nov 07, 2007 5:24 pm

You may have recently read the media reports about the
disturbing increase in popularity of exotic skins for "fashion".
Every year, thousands of snakes, alligators and other reptiles
have their skin violently ripped off their bodies - usually
whilst they are still alive - to be made into shoes, handbags,
coats and other "fashion" items.

PETA is a leading organisation in the campaign against the use
of animal skins for fashion. Our campaigns don't just make
people sit up and become aware of the cruelty to animals which
exists in the world - they also show people that small changes
in their everyday lives can make a huge difference for animals.

People are genuinely horrified when they hear about the
appalling ways animals are abused in the international skins
trade! Many animals are taken from the wild and bludgeoned with
blows to the head, which mostly just stun them before they are
ripped apart! Larger snakes like pythons can have a hose forced
into their mouths and a cord tied around their necks before they
are filled with water - swelling up like a balloon - whilst they
are still alive in an attempt to loosen their skin! Their skin
is then peeled off with violent tugs, and their bodies are
tossed aside to die, writhing in agony!
Lizards, snakes and alligators may not be as cute and cuddly as
dogs and cats are, but they have the same capacity to feel pain
and suffer


Si tratta di un appello della PETA che chiede aiuto in denaro per supportare le campagne che svolge.
Io chiedo di non dimenticare mai cosa ci può essere dietro a un pezzetto di pelle esotica, magari solo un piccolo inserto dall'apparenza innocua. In realtà dietro a ogni tipo di pelle.
:cry: :cry: :cry:
- São aves cheias de abismo,
Como nos sonhos as há.
- Fernando Pessoa

Avatar utente
Roxy
Senior member
Messaggi: 2924
Iscritto il: dom apr 01, 2007 8:35 pm
Località: Conegliano Veneto
Contatta:

Re: Rettili martoriati e vanità della moda

Messaggioda Roxy » mer nov 07, 2007 6:12 pm

hai ragione gio' e inviterei le associazioni animaliste a mettersi d'accordo e a dare un loro "marchio" a quelle case di moda che non usano pelli e pelliccie -vere- per aiutarci a premiarle..
Ho cercato a lungo di trovare tra i tipi di tonno commerciale uno col marchio salvadelfini e non l'ho trovato :cry:
Mentre ho avuto la fortuna di trovare uno shampoo (al supermercato, perche' il tempo mi difetta e la spesa e' una corsa contro l'orologio...)
animal fiendly, non testato in alcun modo su animali e altamente biodegradabile....... :lol: Mi ha fatto piacere comprarlo
"Il gatto disse: non sono un amico e non sono un servitore. Sono il gatto che cammina da solo e desidero entrare nella tua tana." Rudyard Kipling

Avatar utente
Ver
Senior member
Messaggi: 1708
Iscritto il: mer apr 18, 2007 9:44 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Ver » mer nov 07, 2007 6:58 pm

non so se posso permetermi di citare, cmq, cercando cercando, sul sito della LAV ho visto che ci sono degli elenchi di alcuni prodotti cosmetici ecologici e non testati sugli animali.
in generale sono sempre, il più possibile, per un consumo critico.
dico il più possibile perchè a volte è veramente difficile, soprattutto con un budget ristretto, però uno cerca di fare il meglio che può.
ci sono molti siti dedicati al consumo critico, basta cliccare su qualche motore di ricerca.
e forse la cosa più utile da fare, anche se i risultati non sono immediati, è parlarne parlarne parlarne e rompere le balle a tutti! il dubbio è una gran cosa e prima o poi tutti si metteranno a leggere le etichette e a prendersi un po' più di tempo per fare la spesa...

Avatar utente
Roxy
Senior member
Messaggi: 2924
Iscritto il: dom apr 01, 2007 8:35 pm
Località: Conegliano Veneto
Contatta:

Messaggioda Roxy » mer nov 07, 2007 7:01 pm

ma siccome il tempo resta sempre un bene prezioso... un marchietto come quello dello shampoo e' immediatamente visibile e molto utile!!
basterebbe la sagoma un qualsiasi animale!
"Il gatto disse: non sono un amico e non sono un servitore. Sono il gatto che cammina da solo e desidero entrare nella tua tana." Rudyard Kipling

Avatar utente
Ver
Senior member
Messaggi: 1708
Iscritto il: mer apr 18, 2007 9:44 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Ver » mer nov 07, 2007 7:16 pm

so che per i cosmetici si usa un coniglietto

Avatar utente
Roxy
Senior member
Messaggi: 2924
Iscritto il: dom apr 01, 2007 8:35 pm
Località: Conegliano Veneto
Contatta:

Messaggioda Roxy » mer nov 07, 2007 10:51 pm

si lo shampoo ha proprio la sagoma del coniglietto
"Il gatto disse: non sono un amico e non sono un servitore. Sono il gatto che cammina da solo e desidero entrare nella tua tana." Rudyard Kipling

Avatar utente
Giovanna
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 11377
Iscritto il: mar mar 06, 2007 8:16 pm
città di residenza: Padova
Località: Padova

Animali da pelliccia...

Messaggioda Giovanna » dom nov 11, 2007 12:56 pm

Ricevo questa mail attraverso un'amica.
Anche se lo so, la rabbia e il dolore che mi esplodono dentro ogni volta che solo penso a questo sono senza parole.
Vi prego, diffondete senza pietà, a costo di passare per donnette e ometti dal cuore troppo tenero. Ecchisenefrega?!
Continuo a vedere in giro una quantità di questi capi di abbigliamento.
Mi dispiace, ma non riesco a postare il manifesto.

PER CHI NON VUOLE VEDERE. MA DEVE SAPERE.

Questo filmato è qui sul mio computer. Da qualche giorno.

Non volevo vederlo

http://www.strasbourgcurieux.com/fourrure/

Amo gli animali, mi sono detta. Faccio quello che posso per loro. Starei solo male. Per niente.

Poi ho deciso. Di vederlo. Di star male. Per un tempo che non finiva più.

Perché non basta "sapere". Occorre vedere per poter raccontare a chi non vuole farlo.

Perché voglio si sappia e si faccia sapere l'orrendo dolore che sta dietro ai belli articoli di pregio in pelle e pelliccia, rifiniti, bordati in pelle e pelliccia, che riempiono le vetrine dei nostri negozi, che invadono i nostri grandi magazzini (un sacco ne ho visti all’Upim, alla Rinascente, importati dalla Cina), che debordano dalle bancarelle dei nostri mercati.

Perché voglio che si pensi quando si sceglie un giaccone, un piumino, una borsa, un paio di guanti.

Per noi, per un regalo, magari per il prossimo Natale.

E non ci si possa dimenticare quello che qui si è visto o che io voglio comunque raccontare.

PER CHI NON VUOLE VEDERE. MA DEVE SAPERE

CINA. Animali. Bellissimi. Tipo procioni, tipo marmotta. Non me ne intendo. Grassi. Tenerissimi. Musi bellissimi. Tantissimi. In gabbie di filo di ferro. Strettissime.

Afferrati. Per la lunga coda stupenda. Sbattuti in terra una, due volte. Lasciati lì, a sobbalzare. Appena intontiti.

CON CALMA, SENZA FRETTA, TAGLIATE LE 4 ZAMPINE. SEGATE.

Il piede dell'aguzzino che li schiaccia sul collo. Li inchioda al terreno.

E SEMPRE CON CALMA, INCISI I MONCHERINI, AD UNO AD UNO.

Per preparare lo strappo. Lasciati lì. Ad aspettare.

PRIMO PIANO SUL MUSO. SUGLI OCCHI DOLCISSIMI. CHE LUCCICANO. BRILLANO. SPALANCATI. OGNI TANTO SOCCHIUSI.


APPESI. SCUOIATI. CON CALMA. SENZA FRETTA.

Magari sospendendo il "lavoro" per voltarsi a dire qualcosa. A un altro aguzzino. E lui che sobbalza, si contorce, spalanca la bocca.

E il pelo fa fatica a staccarsi, a lasciare i piccoli corpi.

E poi la carcassa. Buttata su un carro. Su una montagna di corpi nudi.

E mi dico:"...è finita... finalmente è finita."

Ma no, invece. Primo piano. Sulla carcassa di cui brillavano gli occhi.

Zoomata. Sul muso. Che spalanca la bocca.

Un'ultima ripresa, più d'insieme. In un altro sforzo, la povera testa scuoiata si alza, si gira. Si volta. Pare quasi a guardare lo scempio di quel che resta del suo corpo torturato.

Minuti e minuti che sono un'eternità. Un'agonia. Per me, che guardo soltanto. E per loro...?

E poi ancora. E mi chiedo quand'è che finisce.

E POI E’ LA VOLTA DEI CANI. BELLISSIMI. PELO RIGOGLIOSO.

STESSA ORRIBILE SORTE. STESSA AGONIA INFINITA.

Quelli il cui pelo compriamo sereni.

Credendo all'etichetta, alla commessa che ci rassicura "E' coyote, asian jackall, marmotta"

Come se, anche se volessimo crederle, coyote, sciacalli, marmotte fossero esenti dal dolore. Fossero cose. Animali torturati la cui pelliccia borda i cappucci delle nostre belle giacche a vento, dei nostri piumini e giacconi. Anche di marca. Di pregio.

Made in Italy, made in Usa, made in France. Di taglio perfetto. Dalle rifiniture precise. Esiste una legge in Italia. Per far stare tranquilli noi consumatori, si sa che è vietato importare pelli di cane e di gatto.

Peccato che in dogana vengano mistificate con nomi di fantasia o vengano dichiarate come volpi, agnello, lapin.

Peccato che per scoprirne la reale natura ci vorrebbe ogni volta un costosissimo esame del DNA, che nessuno è disposto a pagare.

Peccato che tutto questo pelo, di cane, di gatto o di qualsiasi altro animale costi una sofferenza atroce. Che neanche ci possiamo immaginare.

Il filmato prosegue. Animaletti deliziosi. Grandi e piccoli. Rinchiusi in attesa della loro sorte terribile. Uno sembra quasi giocare con un recipiente. Pare un piccolo orsetto, un cucciolo dalle movenze, bianco. Altri invece girano frenetici nelle loro prigioni. Disperati. Impazziti.

E POI TOCCA AI CONIGLI. Il famoso lapin, che acquistiamo tranquilli. Tanto, è il pelo dei conigli che mangiamo, che mangiano. Falso. Falsissimo. Guardare il filmato per credere. Appesi. Scuoiati vivi. Carcasse che si contorcono chissà ancora per quanto, dopo.

Tutto questo mi ha intristito e angosciato oltre ogni dire. Una giornata da dimenticare.

Ma la mia pena è niente a confronto di quella degli attivisti animalisti che si sono costretti a filmare queste atrocità. Per farci sapere quanto dolore si nasconde dietro tanti bei capi d'abbigliamento. Per renderci consapevoli delle nostre scelte. Anche quelle che sembrano banali, dettate dall'impulso di un momento.

ED E' ZERO A CONFRONTO DI QUELLO CHE SOFFRONO QUESTI ANIMALI.

E' orribile vedere questo filmato. Ma ancora più orribile è contribuire a torturare questi animali, colpevoli della maledizione di possedere una bella pelliccia.

Anche se non vedete il video, vi prego di far girare questa mia il più possibile. E magari proprio fra chi, non essendo a contatto con realtà animaliste, non conosce e non sa quanto male una scelta irragionata fa agli "animali non umani".

Grazie mille.

Grazie, Cris! :cry: :cry: :cry:
- São aves cheias de abismo,
Como nos sonhos as há.
- Fernando Pessoa

Avatar utente
Ver
Senior member
Messaggi: 1708
Iscritto il: mer apr 18, 2007 9:44 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Ver » dom nov 11, 2007 1:03 pm

:cry: :cry: :cry:

Avatar utente
Roxy
Senior member
Messaggi: 2924
Iscritto il: dom apr 01, 2007 8:35 pm
Località: Conegliano Veneto
Contatta:

Messaggioda Roxy » dom nov 11, 2007 2:26 pm

mi spiace non posso affrontarlo ma chiedo che ci si mobiliti di piu'. Che ci si renda conto che vestire in pelliccia non e' segno di eleganza o benessere ma di insensibilita' e miseria umana.

Su questo non ho dubbi.. e sono CONTRO CONTRO CONTRO.

Sono 3 anni che cerco di comprarmi un nuovo giaccone e non riesco a trovarlo perche' tutti hanno colli, polsini, cappucci bordati di pelliccia.
Rifiutiamoci di comprare questi articoli come faccio io, cerchiamo di sensibilizzare la gente a fare attenzione a questo. Se la caccia e' segno di incivilta' e retaggio di un tempo in cui non si aveva la ricchezza di cibo che abbiamo ora, l'allevamento e l'uccisione di animali per la pelliccina e' segno di una cattiveria senza fine.
Ultima modifica di Roxy il dom nov 11, 2007 9:33 pm, modificato 1 volta in totale.
"Il gatto disse: non sono un amico e non sono un servitore. Sono il gatto che cammina da solo e desidero entrare nella tua tana." Rudyard Kipling

Avatar utente
Giovanna
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 11377
Iscritto il: mar mar 06, 2007 8:16 pm
città di residenza: Padova
Località: Padova

Messaggioda Giovanna » dom nov 11, 2007 2:57 pm

Non l'ho affrontato nemmeno io, Ro.
Ma lo sto diffondendo a tutti i miei contatti, a costo di sembrare inopportuna e sgradevole.
Mi chiedo se si potesse trovare una versione inglese. Perché, politically correct o no, stavolta vorrei passasse in EU, USA e anche Australia.
La Cina, che per me non è affatto vicina perché mi rifiuto di metterci piede, va boicottata in tutti i modi, almeno per quanto riguarda questo orrendo mercato.

Volevo prendere un giaccone della Monclair che non hanno guarnizioni di pelliccia normalmente, anche se costano.. abbastanza. Ma preferirei niente piumino vero di povere oche scannate.
E poi guarda qui quanta pelliccetta per le bimbe!! :x
Immagine

Tra l'altro le imbottiture sintetiche sono caldissime e leggere, si cacciano in lavatrice senza problemi, i tessuti 'tecnici' isolano dal freddo sempre meglio ed è comunque ora di finirla con questo schifo di moda indegna di qualunque civiltà.
Se trovo ti dico. :wink:

*****************************************************

Riflessione di casalinga nel pieno delle sue funzioni.
E' vero che in genere la mentalità orientale non è sensibile al dolore (anche personale) come la nostra. Questo può spiegare qualcosa, anche se non giustifica nulla.
Del resto cercare di capire ha poco senso di fronte alla ferocia senza confini del business. :(
- São aves cheias de abismo,
Como nos sonhos as há.
- Fernando Pessoa

Avatar utente
Sonia
Senior member
Messaggi: 3852
Iscritto il: ven mar 09, 2007 5:50 pm
Località: Casalecchio di Reno (Bo)
Contatta:

Messaggioda Sonia » dom nov 11, 2007 6:41 pm

Non riesco, o meglio non me la sento di vederlo, ma lo diffonderò ai miei contatti.
:cry:

Sono tante le cose che non capisco, e la logica del business non mi basta a scusare tutte le nefandezze umane...
Non bisogna giudicare gli uomini dalle loro amicizie: Giuda frequentava persone irreprensibili! (E.M.Hemingway)

http://www.provediemozioni.it/index.php ... ale&id=234

Avatar utente
Giovanna
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 11377
Iscritto il: mar mar 06, 2007 8:16 pm
città di residenza: Padova
Località: Padova

Messaggioda Giovanna » dom nov 11, 2007 7:29 pm

Ecco una prima risposta.
E il tam tam continua!

"CARA AMICA,
possiedo tre sole cose in pelle, vecchie da buttare, ma le conservo per il rispetto alla vita che esse hanno protetto.
Io non compero più cose in pelle, neppure quando le pellicce provenivano da animali di allevamento europeo uccisi prima di soffrire, ma solo l'idea che in quella vita aperta e conclusa per far apparire una persona ci potessi essere io, ha sempre disgustato me e mia figlia e spero che possa disgustare le mie nipotine quando saranno in grado di capire e che a loro volta educhino la mia discendenza alla valutazione della differenza tra l'essere e il sembrare, tra il necessario e il superfluo.
Mi hai fatto male, ma grazie. Spero non sia vero, ma ho la certezza che lo è.
P."
- São aves cheias de abismo,
Como nos sonhos as há.
- Fernando Pessoa

Avatar utente
Giovanna
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 11377
Iscritto il: mar mar 06, 2007 8:16 pm
città di residenza: Padova
Località: Padova

Messaggioda Giovanna » mar nov 20, 2007 3:02 pm

Tornando ai serpenti e altri rettili massacrati per la nostra miseria, trovo interessante il manifesto della PETA e molti altri argomenti at
http://getactive.peta.org/ct/4dNWDL61zSLu/
Volendo, si può anche scrivere personalmente alla regina d'Inghilterra perché le pelli degli orsi usate per i copricapi delle guardie vengano sostituite da pellicce sintetiche. (Lo so che non è una notizia nuova).
Ma si può scrivere a Ratzinger per lo scempio di ermellini che ha rimesso in voga?
Non so se per attaccamento a una tradizione decaduta o per dare maggior dignità alla figura del pontefice. (?)
Ma in ogni caso vanità ('vanitas vanitatum').
- São aves cheias de abismo,
Como nos sonhos as há.
- Fernando Pessoa

Avatar utente
Giovanna
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 11377
Iscritto il: mar mar 06, 2007 8:16 pm
città di residenza: Padova
Località: Padova

Messaggioda Giovanna » sab nov 24, 2007 5:31 pm

Sabato 1° dicembre l’OIPA organizza dei presidi per sensibilizzare le persone e convincerle a boicottare il mercato delle pellicce.
Info alla pagina
http://www.oipaitalia.com/pellicce/noti ... sidio.html

HONG KONG: ANIMALISTI IN PIAZZA PER I DIRITTI DEGLI
ANIMALI
http://www.oipaitalia.com/randagismo/no ... zione.html
- São aves cheias de abismo,
Como nos sonhos as há.
- Fernando Pessoa

Bacchisio
donatore
Messaggi: 3
Iscritto il: mer giu 18, 2014 6:06 pm
città di residenza: reggio emilia

Re: Rettili martoriati e vanità della moda

Messaggioda Bacchisio » ven nov 23, 2018 7:56 pm

Ciao a tutti,
vi allego un articolo che si allega tranquillamente al topic.
ilfattoquotidiano.it/2016/09/24/vietati-test-animali-per-i-cosmetici-magnifico-peccato-che-non-sia-vero/3054457/
Saluti a tutti.

__________________
Cashmere di carlo pellicceria Poncho 100%. Visita VeryItalianStyle.it


Torna a “Notizie, iniziative, petizioni, appelli”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron