I nostri falchi sono famosissimi...

Qui si possono inserire notizie e iniziative d'interesse ornitologico e ambientale, oltre alle petizioni pro ambiente e animali

Moderatori: Passera, °°Gaia°°, Giac, Giovanna

Niseema

Messaggio da Niseema » sab apr 12, 2008 3:32 pm

è uscita anche una notizia breve sulla repubblica cronaca di roma. oltre a questo e al messaggero non ho visto altro... :-(

Avatar utente
Sonia
Senior member
Messaggi: 3852
Iscritto il: ven mar 09, 2007 5:50 pm
Località: Casalecchio di Reno (Bo)
Contatta:

Messaggio da Sonia » dom apr 13, 2008 1:25 pm

da Villaggio Globale
http://www.vglobale.it/NewsRoom/index.php?News=4276

In pieno centro a Roma

Nati due piccoli falchi pellegrini dalla coppia Aria e Vento

L'evento seguito all'Università Sapienza. Terna e Ornis Italica insieme per il progetto Birdcam

Sono nati Tati e Ponentino, i primi due piccoli di Aria e Vento, la coppia di falchi pellegrini che vive sul cornicione della facoltà di Economia della Sapienza a Roma. Le altre due uova dovrebbero schiudersi nelle prossime ore.
L'arrivo dei due pulli (questo il nome scientifico) è stato seguito in diretta dagli appassionati grazie alle webcam del progetto BirdCam, iniziativa nata dalla collaborazione della facoltà di Economia della Sapienza Università di Roma, di Terna, il Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale e di Ornis Italica.
Sono stati proprio i frequentatori del forum del sito a battezzare i due piccoli Tati e Ponentino.
La crescita dei due rapaci sarà ora seguita dagli ornitologi che a fine di aprile provvederanno all'inanellamento dei piccoli falchi, operazione che consente nel lungo periodo di acquisire dati sulla longevità e sugli spostamenti degli uccelli.

Il falco pellegrino mancava dai cieli di Roma da ormai 30 anni ed è riapparso nel 2005, proprio con la coppia di falchi che ha scelto il tetto di Economia come dimora. Da allora, il progetto Birdcam ne monitora in diretta la nidificazione in ambiente urbano, dalla deposizione del primo uovo alla schiusa, seguendo l'allevamento dei piccoli, fino all'involo.

Il progetto rientra nel piano di attività di Terna volte a sostenere il rispetto dell'ambiente anche nell'ambito dello sviluppo delle infrastrutture elettriche. Un'attenzione per la biodiversità che si traduce, sul territorio, nel mettere a disposizione, per esempio, i tralicci delle linee elettriche per favorire la nidificazione anche di altri uccelli rapaci. Da dieci anni Terna ospita cassette nido sulle linee elettriche ad alta tensione e oggi sono circa 350 i nidi occupati principalmente dal gheppio, un piccolo falco comune la cui riproduzione era limitata proprio dalla ridotta disponibilità di siti per la nidificazione.

(Info: www.terna.it)

(13 Aprile 2008)
Non bisogna giudicare gli uomini dalle loro amicizie: Giuda frequentava persone irreprensibili! (E.M.Hemingway)

http://www.provediemozioni.it/index.php ... ale&id=234

Niseema

Messaggio da Niseema » mer apr 23, 2008 1:48 pm

Passera ha scritto:mi hanno riferito i miei che oggi e' andato su rai 2 un servizio su i fp in francia ed hanno menzionato anche Firenze... :lol:
Ale(ssandra) ha scritto:Si, l'ho visto(per caso poi, perchè stavo girando fra i canali!), hanno parlato dei falchi pellegrini in Francia che stanno non mi ricordo dove, avevano 3 pulli se non sbaglio e dicevano del fatto che il comune ha fatto in modo che si possano vedere in webcam.
Hanno detto poi che questa cosa di fare nidi su monumenti famosi l'avevano ripresa dai "cugini" in Italia a Firenze e hanno fatto vedere qualche immagine dell'anno scorso appunto di Firenze, poi hanno detto anche qualcosa tipo che si nutrono di storni e piccioni ma quel pezzo non l'ho sentito bene.

Niseema

Messaggio da Niseema » mer apr 23, 2008 1:53 pm

E' NATO UN FALCO SU DUOMO FIRENZE, GENITORI SPIATI COME GF

(ANSA) - FIRENZE, 22 APR - Lieto evento sul Duomo di Firenze,
dove due falchi pellegrini, Giotto e Tessa, spiati da una webcam
come due partecipanti del Grande Fratello, hanno avuto un
falchetto. Il cucciolo e' nato nel nido, costruito sulla cupola
del Brunelleschi, dove altre due uova devono schiudersi.
Sul sito della Provincia di Firenze le immagini dalla Webcam
che riprende in diretta la vita dei falchetti.
(ANSA).

FIRENZE: NATO UN FALCHETTO SU CUPOLA DUOMO =
COPPIA DI FALCHI 'SPIATI' DA WEBCAM SU SITO PROVINCIA

Firenze, 22 apr. - (Adnkronos) - E' nato un falchetto a Giotto e
Tessa. I due falchi pellegrini, Giotto e Tessa, che hanno messo
famiglia sulla Cupola del Brunelleschi del Duomo di Firenze, hanno nel
nido due uova. Sul sito della Provincia di Firenze le immagini dalla
Webcam che riprende in diretta la vita dei falchetti. Il sito internet
(www.provincia.fi.it/falco/) e' arricchito con un forum e un'ampia
sezione sulla biologia dei falchi pellegrini. Sono stati i tecnici
faunistici della Provincia, gli ornitologi dell'Associazione Ornis
Italica, i vigili del fuoco che si sono inerpicati per vederlo sulla
cupola del Duomo a volerlo chiamare Giotto, come l'architetto del
Campanile.

La sua compagna e' stata a sua volta chiamata, ispirandosi ad un
altro noto personaggio fiorentino, Monna Tessa. Il sito da' vita a un
particolare 'reality', che sta appassionando gli ornitologi di tutto
il mondo ma pure quanti sanno emozionarsi per la bellezza e la
capacita' della natura di prendersi le sue rivincite anche nei grandi
contesti urbani. Il Progetto e' coordinato dalla Direzione
Agricoltura, Caccia, Pesca e Riserve Naturali della Provincia di
Firenze in collaborazione con il Comando provinciale dei Vigili del
fuoco, l'Opera del Duomo e l'istituto di informatica Idi.

Avatar utente
Giovanna
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 11377
Iscritto il: mar mar 06, 2007 8:16 pm
città di residenza: Padova
Località: Padova

Messaggio da Giovanna » mer apr 23, 2008 2:12 pm

:D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
- São aves cheias de abismo,
Como nos sonhos as há.
- Fernando Pessoa

Niseema

Messaggio da Niseema » gio apr 24, 2008 8:33 pm

ANIMALI: INANELLATI I 2 FALCHI PELLEGRINI NATI A ROMA
(ANSA) - ROMA, 24 APR - A 14 giorni dalla nascita, il 10 aprile, circondati da numerosi osservatori, giornalisti, studiosi di ornitologia, ma anche tantissimi curiosi, Tati e Ponentino, i due falchetti pellegrini, nati dalla coppia che ha nidificato sul tetto della facolta' di Economia della Sapienza, Aria e Vento, sono stati inanellati, con un anello di alluminio, attorno ad una zampa, pesati, e misurati, e quindi rimessi nel loro nido, accanto ai resti di alcuni piccioni e storni, serviti par la loro alimentazione.
E' il progetto BirdCam, nato dalla collaborazione tra Terna, la facolta' di Economia della Sapienza, e l'Ornis Italica, che sta monitorando la nidificazione in ambiente urbano, dalla deposizione del primo uovo, alla schiusa delle uova, seguendo l'allevamento dei piccoli e il periodo precedente al oro primo volo, previsto fra 3 settimane.
Passera' poi un mese e mezzo perche' i falchetti apprendano anche a cacciare da soli, ed allora i genitori li lasceranno definitivamente.
Il falco pellegrino mancava dai cieli di Roma da 30 anni, ed e' riapparso nel 2005 (proprio la coppia Aria e Vento), perche' i falchi si sono adattati a vivere in un ambiente urbano, che riduce il numero dei loro nemici, cacciatori e anticrittogamici, e assicura piu' cibo.(ANSA).

Omniroma-ANIMALI, INANELLATI FALCHETTI DELLA SAPIENZA TATI E PONENTINO

(OMNIROMA) Roma, 24 apr - Tati e Ponentino, i falchetti nati il
10 aprile sul tetto della facoltà di Economia de La Sapienza,
sono stati inanellati. Tutti e due portano sulla zampina un
piccolo anello di identificazione, che consentirà di acquisire
dati sulla loro vita e sui loro spostamenti. Il falco
pellegrino, una volta lasciato il nido, infatti, difficilmente
vi ritorna. Tati e Ponentino, sono figli di Aria e Vento, la
coppia che da cinque anni abita il tetto della facoltà romana.
Terna, attraverso una webcam, monitorizza costantemente i falchi
de La Sapienza, 24 ore su 24.

Niseema

Messaggio da Niseema » sab apr 26, 2008 8:40 am

Bellaccoglienza ha scritto:Guardate chi c'è sull'ANSA: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 91733.html

Niseema

Messaggio da Niseema » lun apr 28, 2008 9:22 pm

Servizio inanellamento Tati e Ponentino di Uniroma.tv

http://www.uniroma.tv/risultati_facolta ... f=3&id_c=1

Niseema

Messaggio da Niseema » sab mag 24, 2008 12:39 pm

da http://www.quotidianodelnord.it/index.i ... Rid=164688

Falco pellegrino, sabato occhi puntati sul campanile di San Petronio
(23/5/2008 16:25) |

(Sesto Potere) - Bologna - 23 maggio 2008 - L'assessorato provinciale alla Pianificazione faunistica-servizio tutela e sviluppo fauna invita i cittadini a partecipare sabato 24 maggio ad un pomeriggio in piazza Maggiore per osservare l'involo dei quattro giovani falchi pellegrini nati dalla coppia che ormai da due anni è presente nel centro storico. Dopo aver osservato il corteggiamento della coppia, sabato probabilmente sarà possibile assistere al momento cruciale del primo volo dei loro quattro piccoli. Per questo in piazza Maggiore, dalle ore 15 alle 19, è stato organizzato un punto di osservazione in cui verranno messi a disposizione della cittadinanza binocoli e cannocchiali. Saranno presenti, insieme all'assessore provinciale alla Pianificazione faunistica Marco Strada, i tecnici del Servizio tutela e sviluppo fauna, gli agenti del Corpo di polizia provinciale, le guardie ecologiche volontarie e le guardie giurate venatorie volontarie. Si tratta della seconda coppia adulta di falchi pellegrini che ha scelto la città come luogo in cui insediarsi, dopo quella che dal 2000 si è stabilita al Fiera District. Qui pochi giorni fa si sono involati anche i due giovani falchi pellegrini nati quest'anno al 13° piano del grattacielo del Distretto Fieristico e monitorati dalla webcam della provincia di Bologna. Il fenomeno dell'inurbamento spontaneo del pellegrino, avvenuto in diverse città italiane, testimonia l'adattabilità all'ambiente cittadino di animali simbolo di vita selvaggia, significativa di un ritrovato "rapporto di collaborazione": noi offriamo grattacieli e campanili per nidificare, loro ci ripagano catturando piccioni, loro principale preda, provvedendo così al loro contenimento biologico. Come informa la Lipu, infatti, a Bologna dal 1999 i colombi sono diminuiti del 30%, passando da 16.000 a 10.000. Dal 2000 ad oggi sono 36 i pellegrini involati dai due nidi cittadini: 29 dal quartiere fieristico e 7 dal centro storico, con i quattro di quest'anno. Tutti sono stati inanellati dalla Polizia provinciale e due di loro sono stati recuperati, entrambi nel 2007, purtroppo deceduti: si è trattato di uno dei tre giovani "petroniani", ritrovato sul tetto dell'Archiginnasio, traumatizzato dal violento impatto contro un cavo sospeso, che è una della cause di morte più frequenti a carico dei rapaci, e di un individuo ormai adulto, nato nel 2002 nel nido del Fiera District e recuperato a Marina di Ravenna a 75 km di distanza dopo 5 anni.

Niseema

Messaggio da Niseema » ven feb 13, 2009 4:05 pm

Lollo73 ha scritto:Immagine (foto di Paolo Taranto)
http://www.coopfirenze.it/informazioni/ ... icoli/8017

UN NIDO SULLA CUPOLA - "Falchi in città" di Silvia Amodio

In diretta su internet Tessa e Giotto, una coppia di falchi che hanno nidificato sul Duomo di Firenze

A Firenze la presenza del falco pellegrino è stata scoperta quasi per caso. Nel 1993, Gianluca Serra, un giovane ornitologo, grazie al suo occhio allenato si è reso subito conto che la coppia di uccelli, che volteggiava sopra la cupola del Brunelleschi, non era una comune coppia di piccioni. Nasce in quel momento l’interesse per questo strano avvistamento.

I falchi pellegrini in natura nidificano su pareti di roccia a strapiombo piuttosto alte per consentire loro la caccia in volo. Alcuni monumenti o edifici molto alti rappresentano, in caso di necessità, un’alternativa molto apprezzata da questi animali. Infatti questo fenomeno non è affatto raro: anche in altre città d’Italia, come Bologna e Roma, la loro presenza è ben documentata (www.birdcam.it).

All’estero il falco è addirittura incoraggiato a nidificare nelle grandi città, perché contribuisce a tenere sotto controllo, con la sua attività predatoria, la popolazione dei piccioni, animali che nei centri storici non sono molto amati.

Ma è solo nel 2006 che l’osservazione di questi uccelli assume una forma ufficiale. Durante i lavori di restauro della cupola, infatti, gli operai si imbattono in un nido abitato da “pulli”, così si chiamano in gergo scientifico i pulcini di questi rapaci. La scoperta viene segnalata agli Uffici della Provincia di Firenze che si rende disponibile a finanziare il progetto di studio.

Il 2 febbraio 2007, il comando provinciale dei vigili del fuoco mette a disposizione una squadra speleologica che posiziona, facendo molta attenzione a non disturbare i due falconi, una micro telecamera vicino al nido sotto la supervisione del dottor Paolo Taranto, che a tutt’oggi coordina il progetto (raptorbiol@gmail.com).

Parte così il primo “reality” per spiare l’intimità di una coppia di falchi e, come ogni reality che si rispetti, ha un gran successo: attraverso un sito è possibile osservare in diretta il comportamento dei due “piccioncini” ai quali nel frattempo viene dato un nome: Tessa e Giotto.

La studentessa Silvia Giani, sotto la supervisione della dottoressa Paola Lupi, ha fatto di questa opportunità la sua tesi di laurea in scienze faunistiche e, con un lavoro certosino, ha sbobinato oltre 500.000 fotogrammi. Le informazioni raccolte sono state successivamente organizzate con metodo scientifico per poter stilare delle tabelle comportamentali.

La ricercatrice Claudia Bruschini, in collaborazione con il dottor Gianluca Serra e il dottor Paolo Taranto, ha ripreso questa mole di lavoro per capire meglio come si svolge l’attività di riproduzione del falco pellegrino “fiorentino”. Questa insolita situazione, unita alla tecnologia e alla passione, ha permesso scoperte affascinanti su questi animali. Claudia ci spiega che “il primo dato importante che emerge è il successo riproduttivo al 100% degli animali esaminati nel primo anno. Infatti i quattro piccoli, nati da questa unione, hanno preso tutti il volo. Un caso di inserimento perfettamente riuscito di un animale selvatico in un ambiente urbano.

Un’interessante convivenza tra uomo e animali selvatici - prosegue Claudia - un invito a rispettare la natura e a passeggiare per le vie del centro con il naso all’insù…”.

L’osservazione del falco pellegrino sul Duomo di Firenze, grazie al posizionamento di una web-cam, è partita il 2 febbraio del 2007 ed è tutt’ora attiva nel periodo riproduttivo. I falchi, infatti, stanno nel nido solo durante il periodo del corteggiamento e della cova, che inizia a febbraio e prosegue fino a luglio. Ricercatori, ma anche cittadini, possono vedere in diretta il comportamento degli animali collegandosi al sito della provincia in questo periodo.

I dati raccolti fino ad ora sono di straordinario interesse e hanno contribuito a far conoscere meglio le abitudini di questi animali.

Appena dopo la schiusa delle uova, il maschio si è rivelato meno disinvolto della madre nella cura dei piccoli mostrando qualche difficoltà a causa della vivacità dei pulcini.

I falchi pellegrini, che possono vivere fino a 20 anni, tendono a scegliere lo stesso nido per deporre le uova. La loro fedeltà al nido è tale che alcuni sono abitati dal medioevo! In Inghilterra, nella cattedrale di Salisbury, nel Wilthshire, i falchi nidificano dal 1864.

Visto il successo di questa esperienza è molto probabile che la coppia presa in esame, Tessa e Giotto, continuerà ad allargare la famiglia abitando sempre il cupolone che domina Firenze. I falchi si scelgono per la vita, e si riaccoppiano solo in caso di lutto. È proprio il caso di dire “finché morte non ci separi...”.

Si ringraziano per la collaborazione la direzione Agricoltura, Caccia e Pesca della Provincia di Firenze, il Comune di Firenze e lʼOpera del Duomo, Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Firenze e lʼIstituto Idi–Informatica.

(qui il pdf dell'articolo presente sul mensile Coop Firenze)
http://www.coopfirenze.it/images/inform ... df/160.pdf

Avatar utente
Vanna
Senior member
Messaggi: 5728
Iscritto il: lun mag 05, 2008 1:13 pm
Località: Modena

Sapienza, anche quest'anno è arrivata la cova per i falchett

Messaggio da Vanna » ven mar 06, 2009 11:04 am

Tra le tante notizie che arrivano ogni giorno ho ricevuto anche questa :D :D :D

ROMA CITTA'

4 MARZO 2009

Animali: Sapienza, anche quest'anno è arrivata la cova per i falchetti Aria e Vento


Roma - Anche quest’anno Aria e Vento, i due falchi pellegrini che nidificano sul cornicione della facoltà di Economia della Sapienza hanno deposto le loro prime due uova. Per il quinto anno consecutivo la vita della coppia di falchi potrà essere osservata da vicino collegandosi in rete al sito www.birdcam.it che, grazie alle webcam installate sulla cassettanido
di Terna, consente di seguire minuto per minuto i comportamenti dei rapaci. Negli ultimi anni i due falchi hanno progressivamente anticipato la data di deposizione delle
uova, quest’anno di una settimana rispetto alla data di inizio dell’esperienza riproduttiva che solitamente cade nei primi 10 giorni del mese di marzo. Se tutto procede secondo natura, alle prime due uova di colore rosso, dovrebbero seguirne altre due che verranno deposte ad intervalli di due giorni. Dopo un’incubazione di circa 33-35 giorni le uova si schiuderanno e i pulcini resteranno nel nido per circa 40 giorni prima di essere in grado di volare. Finora otto giovani falchi pellegrini si sono involati dal nido della Sapienza e le fasi del loro sviluppo sono state seguite online da migliaia di appassionati in tutto il mondo, incuriositi dal ritorno a Roma di questa specie dopo un’assenza di trent’anni. Lo scorso anno una nuova coppia si è insediata nella zona nord della Capitale e altri falchi sono riapparsi di recente anche a Bologna, Firenze e Napoli.


VIDEO

http://www.roma-citta.it/roma/news_1871 ... onaca.html

Avatar utente
Giovanna
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 11377
Iscritto il: mar mar 06, 2007 8:16 pm
città di residenza: Padova
Località: Padova

Messaggio da Giovanna » ven mar 06, 2009 12:34 pm

Approfitto per chiedere, se è possibile, un elenco di presenze documentate urbane in Italia.

Sono stata invitata a tenere una conferenza in Algeria, presso l'Università di Biskra (si, lo so che non è un posto tra i più noti, ma mio marito ci deve andare per studi sulle acque).
Ho pensato che parlerò della vita dei FP in ambiente urbano mostrando molte foto, non sono certo quelle che mi mancano!
Ogni suggerimento è gradito, sono ben consapevole di non essere un'esperta, ma eviterò con cura di dire sciocchezze, promesso.
Non sarà il top, però i nostri falchi diventeranno famosi anche in un paese arabo, sia pure in un ambito ristretto.
E adesso fatevi pure due risate.. non so neanche come funzia un power point..
:oops: :roll: :lol: :lol: :lol:
- São aves cheias de abismo,
Como nos sonhos as há.
- Fernando Pessoa

Avatar utente
Ametista
Senior member
Messaggi: 2947
Iscritto il: mar apr 03, 2007 10:42 am
Località: Roma

Messaggio da Ametista » ven mar 06, 2009 1:04 pm

EVVAI GIO'!!!
Io di consigli certo non te ne posso dare ma farti un grosso augurio si :lol: .....e imparerai anche il Power Point :roll: d'altronde come diceva Eduardo....."gli esami non finiscono mai"
Cate
Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui trattano gli animali. (Gandhi)

Avatar utente
Ametista
Senior member
Messaggi: 2947
Iscritto il: mar apr 03, 2007 10:42 am
Località: Roma

Re: Sapienza, anche quest'anno è arrivata la cova per i falc

Messaggio da Ametista » ven mar 06, 2009 1:07 pm

Vanna ha scritto:Tra le tante notizie che arrivano ogni giorno ho ricevuto anche questa :D :D :D ...................
BELLISSIMO IL VIDEO VANNA :lol: :lol: :lol:
Tra i tanti dello scorso anno questo mi era sfuggito, che emozioni, che ricordi :roll:
Cate
Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui trattano gli animali. (Gandhi)

Avatar utente
Giovanna
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 11377
Iscritto il: mar mar 06, 2007 8:16 pm
città di residenza: Padova
Località: Padova

Messaggio da Giovanna » ven mar 06, 2009 1:15 pm

Grazie, Cate!
Oh come aveva ragione Eduardo!!!
:roll: :D :D :D :wink:
- São aves cheias de abismo,
Como nos sonhos as há.
- Fernando Pessoa

Rispondi

Torna a “Notizie, iniziative, petizioni, appelli”