Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Qui si possono inserire notizie e iniziative d'interesse ornitologico e ambientale, oltre alle petizioni pro ambiente e animali

Moderatori: Passera, °°Gaia°°, Giac, Giovanna

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » dom set 01, 2013 1:54 pm

riepilogo link news relative a Monte Adone

Il cervo in ambulanza
viewtopic.php?f=5&t=5230&hilit=monte+adone

Novella a lieto fine di un fenicottero distratto
viewtopic.php?f=4&t=5428&hilit=monte+adone

La volpe salvata dalla tagliola
viewtopic.php?f=5&t=5998&hilit=monte+adone

Lililth, lupa si rifugia nell'ovile e il pastore la salva
viewtopic.php?f=4&t=6210&hilit=monte+adone

da fb

Una bella storia per imparare a conoscere il meraviglioso mondo dei pipistrelli... raccontato dalla nostra amica biologa Alessandra Tomassini!
http://www.tutelapipistrelli.it/2013/08 ... mma-umana/
DanielaImmagine

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » lun set 23, 2013 8:47 am

da fb

Dopo l’ultimo aggiornamento dell’inizio di agosto, Lilith ha trascorso alcune settimane di recupero post operatorio e quindi di necessario riposo all'interno della struttura di degenza.
Durante queste settimane sono stati necessari ulteriori controlli e un’ultima risonanza magnetica che finalmente ha mostrato un pressoché totale recupero rispetto alla patologia che le aveva colpito la schiena. Anche le problematiche renali si sono risolte, pertanto, una volta terminato il riposo e le terapie prescritte Lilith è stata trasferita nuovamente nel recinto di riabilitazione dove sta mostrando un pieno recupero delle sue condizioni fisiche e comportamentali… La strada verso la sua libertà si avvicina sempre più!

DanielaImmagine

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » ven ott 04, 2013 1:00 pm

da fb https://www.facebook.com/centrotutelafa ... ion=stream

LILITH E' TORNATA IN LIBERTÀ'!

Tutti voi che ci seguite qui su fb conoscete bene l’avventura di Lilith, la giovane lupa di circa 2 anni, che, il e il 9 giugno scorso, allo stremo delle forze, si era rifugiata nel recinto delle pecore di un agriturismo sulle colline bolognesi. Dopo averla recuperata e soccorsa, in collaborazione con la Polizia Provinciale di Bologna, l’avevamo trasferita presto le strutture del Centro.
Le sue condizioni erano piuttosto gravi: le analisi e gli esami avevano infatti rivelato, oltre ad una importante anemia e un’alterazione di alcuni altri parametri ematici, la positività ad una delle principali malattie da zecche; le radiografie invece, hanno purtroppo mostrato uno schiacciamento di due vertebre toraciche, tre recenti fratture del bacino, quasi certamente dovute ad un incidente stradale, e la presenza di un pallino di piombo, verosimilmente frutto dell’ennesimo tentativo di bracconaggio.
Inoltre una successiva risonanza magnetica aveva purtroppo evidenziato un'infezione a carico della colonna vertebrale con conseguente rischio di paralisi.
Durante la sua degenza, Lilith ha avuto diverse problematiche, risolte attraverso due necessari interventi chirurgici, che hanno di conseguenza prolungato la sua riabilitazione.
Per i quasi 4 mesi di degenza, l’articolata riabilitazione di Lilith ha richiesto un costante impegno di tutti noi e dei nostri meravigliosi veterinari.

Vista la complessità del suo percorso riabilitativo, non possiamo nascondere i nostri timori per una possibile nuova ricaduta di Lilith, ma la forza di questa giovane lupa ci ha nuovamente commosso e colpito: a fine settembre è infatti arrivato il giorno tanto atteso e, tra la commozione e la gioia di tutti noi, Lilith è finalmente tornata libera tra i suoi boschi.

Quello ottenuto con la lupa Lilith è stato un risultato molto importante anche in considerazione delle scarse informazioni che si hanno sul destino degli animali recuperati e rilasciati in natura, soprattutto dopo una riabilitazione così lunga e complessa.
Proprio per questo il Centro Recupero Monte Adone, la Provincia di Bologna e il Wolf Apennine Center del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, hanno deciso di formalizzare un accordo di collaborazione per il monitoraggio post rilascio di questo esemplare. La lupa Lilith è stata infatti dotata di un radiocollare satellitare GPS – GSM, dotato di meccanismo drop off (sganciamento automatico dopo circa un anno e mezzo), fornito dallo stesso W.A.C., che permetterà di monitorare i suoi spostamenti e di documentare la sua capacità di reinserirsi nell’eventuale nucleo di appartenenza.
Nei prossimi mesi, porteremo avanti le operazioni di monitoraggio sul territorio (telemetria da terra, sopralluoghi, avvistamenti, tracciatura su neve) in stretta collaborazione con gli agenti del Corpo di Polizia Provinciale di Bologna e con il prezioso supporto dei tecnici del W.A.C.

Quello di Lilith è per tutti noi un grande traguardo che ancora una volta ci parla della straordinaria voglia di vivere di questi splendidi predatori e di come un costante lavoro di squadra possa portare ad ottenere risultati incredibili.

Sul nostro nuovo sito ecco tutta la storia di Lilith: http://www.centrotutelafauna.org/appr/S ... lith.xhtml



anche su Repubblica http://video.repubblica.it/edizione/bol ... ef=HRESS-4 ...... Ma la forza di questo esemplare femmina di due anni è stata grande, e nei giorni scorsi è potuta tornare libera nei suoi boschi
DanielaImmagine

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » mar ott 08, 2013 7:23 pm

http://video.repubblica.it/edizione/bol ... 259/140795

8 OTTOBRE 2013
Monte Adone, qui gli animali iniziano una seconda vita
Dal 1989 il Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica- Monte Adone recupera, cura e riabilita gli animali selvatici ritrovati feriti nella provincia bolognese. Proprio come è successo alla lupa che ha commosso il web, Lilith , tornata libera dopo diverse cure. Lo scopo del centro è appunto la reintroduzione in natura. Qui viene accolta anche la fauna esotica sequestrata per commercio o detenzione illegale e maltrattamento. Il Centro è attivo 24 ore su 24 e le sue attività sono interamente gestite da volontari. Le immagini sono tratte dalla serie documentaria ''Cronache Animali'' di Andrea Dalpian prodotta da POPCult
DanielaImmagine

Avatar utente
Pipistrello
Senior member
Messaggi: 564
Iscritto il: ven giu 17, 2011 7:55 am
città di residenza: Roma
Località: Roma

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Pipistrello » gio ott 10, 2013 1:54 pm

Bellissimo lavoro ragazzi continuate così che c'è sempre bisogno di gente come voi al mondo.
:brav: :group: :brav:
Bat-Stefania

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » lun ott 14, 2013 8:37 am

da FB

Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica - Monte Adone
E per cominciare meglio la settimana, ecco la galleria fotografica con le splendide immagini della lupa Lilith... alcune indedite! Buona giornata a tutti!

http://www.centrotutelafauna.org/galler ... lith.xhtml

bellissimi primi piani e che sguardo :cuori:

prima



dopo

DanielaImmagine

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » mer ott 16, 2013 9:21 am

Spedite dalla Sardegna nei pacchi postali senza acqua né cibo: salvate 6 tartarughe

da FB Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica - Monte Adone
Ecco un'altra bella storia che non vi abbiamo potuto raccontare "in tempo reale" per la necessaria riservatezza richiesta dalle indagini, ma che oggi siamo lieti di condividere con voi!
Un ringraziamento particolare al Corpo Forestale dello Stato che ha portato avanti le indagini e si è occupato di riportare gli esemplari nella loro terra!
Chiaramente le tartarughe di terra non sono tornate in mare (come indicato sull'articolo) !!

http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna ... tali.shtml

Sei mesi fa erano state chiuse dentro due scatole di cartone, avvolte nello scotch. Le aveva intercettate il Corpo forestale dello Stato nella sede di una società a Sala Bolognese. La settimana scorsa sono state liberate nel 'loro' mare

Sala Bolognese (Bologna), 14 ottobre 2013 - Sei mesi fa erano impacchettate dentro a due scatole di cartone, avvolte nello scotch. La settimana scorsa, le sei tartarughe salvate a Bologna dal Corpo forestale dello Stato ad aprile sono state liberate nel ‘loro’ mare, in Sardegna. A raccontare la vicenda sono le stesse Guardie forestali, in un comunicato diffuso oggi. L’operazione “rientra in una più ampia attività di contrasto al prelievo e al commercio illegale di tartarughe che dalla Sardegna vengono smistate in numerose regioni d’Italia – spiegano - una testuggine può avere un valore che va da diverse centinaia ad alcune migliaia di euro: si segnala un caso limite in cui un raro esemplare albino sarebbe stato venduto a 10.000 euro”.
In genere, gli animali vengono “prelevati in aprile-maggio, quando escono dal letargo invernale, e vengono spediti in pacchi postali completamente chiusi senza né cibo né acqua, in viaggi che possono durare anche giorni”. Proprio in queste condizioni le sei tartarughe salvate sono state intercettate dal Corpo forestale nell’aprile scorso, nella sede di una società di spedizione nel Comune di Sala bolognese.
Dentro due pacchi di 30 centimetri (più o meno una scatola da scarpe), erano contenute quattro esemplari di “Testudo marginata” e un esemplare di “Testudo hermanni”, provenienti dalla Sardegna.
Ogni tartaruga era avvolta da nastro per pacchi per impedire i movimenti delle zampe. I pacchi non avevano scritte che indicassero il loro contenuto, né avevano aperture per il passaggio dell’aria. Un evidente caso di maltrattamento di animali, sottolineano le Guardie forestali. Le tartarughe sequestrate sono state affidate in custodia giudiziale al Centro tutela e ricerca della fauna esotica e selvatica di Monte Adone, vicino a Brento, sull’Appennino bolognese.
Pochi giorni dopo il primo ritrovamento, sempre in aprile, il Corpo forestale ha sequestrato, sempre nella stessa società di spedizioni, un altro esemplare di “Testudo marginata”, sempre proveniente dalla Sardegna e sempre imballato dentro un pacco postale. “Il fatto che fossero diversi sia il mittente sia il destinatario - spiegano le Guardie forestali in una nota - e che la città di destinazione si trovasse dalla parte opposta della Penisola rispetto al caso precedente, ha consentito di ipotizzare che non vi fossero correlazioni tra le due spedizioni. Tanto più che proprio in questo periodo, all’uscita degli animali dal letargo invernale, in genere si ha la maggiore concentrazione di traffici di questo tipo”.
Anche per la sesta tartaruga è stato seguito l’iter degli altri esemplari e nel settembre scorso, con l’autorizzazione delle autorità giudiziarie, il Corpo forestale ha organizzato il ritorno delle testuggini nel proprio ambiente naturale. La reintroduzione delle cinque “Testudo marginata” è avvenuta l’8 ottobre in una località nel Comune di Olbia, in un ambiente in tutto simile a quello da cui le tartarughe, a cui è stato inserito uni microchip, erano state prelevate. L’esemplare di “Testudo hermanni”, invece, è stato rilasciato il giorno seguente in una località vicino Sassari, in un territorio a lei più congeniale.
Fonte Dire

e qui 3 foto http://bologna.repubblica.it/cronaca/20 ... 8597792/#1

:brav: :brav: :brav:
DanielaImmagine

Avatar utente
Pipistrello
Senior member
Messaggi: 564
Iscritto il: ven giu 17, 2011 7:55 am
città di residenza: Roma
Località: Roma

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Pipistrello » mer ott 16, 2013 2:13 pm

Non ho parole, ma mi piacerebbe legare gambe e braccia a chi ha fatto questo, magari gli potrebbe servire per non rifarlo!
Speriamo che non ci siano altri casi e che queste siano le ultime e che grazie al cielo sono state salvate.
Bat-Stefania

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » ven nov 01, 2013 2:05 pm

da FB https://www.facebook.com/media/set/?set ... 608&type=1

Ecco qui la meravigliosa storia del cucciolo di lupo recuperato a Parma e tornato in libertà!
Cucciolo di lupo: recupero e reimmissione in natura
Il 9 settembre 2013 il personale del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano afferente al Wolf Apennine Center era stato chiamato ad intervenire da un cacciatore per il recupero di un cucciolo di lupo di circa 4 mesi, affetto da rogna e in uno stato di forte denutrizione, prossimo a morire. Sebbene sia ecologicamente scorretto intervenire su ogni animale defedato, poiché si interferisce con la selezione naturale e i meccanismi che a più livelli ne fanno parte, il caso di questo giovanissimo lupo ha richiesto l’intervento del Parco nazionale. Il cucciolo si trovava infatti nei pressi di una strada provinciale a ridosso di alcune case ed era stato avvistato da diverse persone. Non potendo escludere che le sue condizioni di salute fossero legate ad un incidente stradale e temendo che qualcuno potesse tentare di appropriarsene, visto il recente caso del sequestro del lupo Fortorino, il personale del Parco ha provveduto alla cattura dell’animale e al suo trasferimento presso il CRAS Casa Rossa dei Boschi di Carrega (PR). Presso le strutture del CRAS il cucciolo è stato seguito dal veterinario dott. Mario Andreani e dai suoi collaboratori, consentendo di procedere alla liberazione in data 9 ottobre 2013, ad un mese esatto di distanza dal recupero. Durante il mese trascorso in cattività il cucciolo ha recuperato peso e ha iniziato a mostrare rapidamente una forte insofferenza alla cattività e al contatto con l’uomo, segnali positivi per un suo ritorno alla libertà. Si è dunque deciso di procedere alla sua reimmissione in natura, scegliendo un luogo vicino a quello del ritrovamento e dotandolo di un collare VHF che è stato approntato appositamente, in modo da garantirne il distacco nell’arco di alcuni giorni. Il collare è risultato indispensabile per monitorare la sopravvivenza post-rilascio a breve termine del cucciolo, i suoi spostamenti e la sua riassociazione al resto del branco. Precedentemente sono stati effettuati diversi sopralluoghi per accertare la permanenza del resto del branco nell’area di rilascio, sopralluoghi che hanno confermato una frequentazione assidua grazie all’abbondanza dei segni di presenza attribuibili a lupo. Nei due giorni successivi al rilascio il lupacchiotto ha raggiunto nuovamente l’area in cui era avvenuto il recupero e vi si è stabilito. I sopralluoghi effettuati grazie al monitoraggio VHF hanno rivelato nuovamente la frequentazione del luogo da parte di lupi adulti. Dopo una settimana dal rilascio il collare si è staccato ed è stato recuperato.
di: Wolf Apennine Center
Foto: 6

DanielaImmagine

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » mar nov 05, 2013 1:40 pm

da FB https://www.facebook.com/media/set/?set ... 149&type=1

Ricordate la storia della lupa Lilith?

Recuperata sull’Appennino bolognese investita da un’automobile e allo stremo delle forze, la lupa Lilith è stata curata e riabilitata dal nostro Centro. Dopo quasi 4 mesi di una lunga e complessa degenza, a fine settembre la lupa è tornata libera e, grazie all’accordo di collaborazione formalizzato tra il Centro Recupero Monte Adone, la Provincia di Bologna e il Wolf Apennine Center del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, oggi viene regolarmente monitorata nei suoi spostamenti grazie un radiocollare satellitare GPS – GSM, dotato di meccanismo drop off (sganciamento automatico dopo circa un anno e mezzo), fornito a titolo gratuito dal Wolf Apennine Center. In molti ci state chiedendo di lei e oggi, quindi, vi aggiorniamo sulle ultime notizie che la riguardano.

E’ passato oltre un mese dal suo rilascio e i dati acquisiti attraverso il collare GPS, rielaborati dal W.A.C., sono interpretabili positivamente. Come generalmente si fa in questi casi, Lilith è stata liberata in prossimità del luogo di ritrovamento, per consentirle di riassociarsi al branco di origine qualora si trattasse di un lupo territoriale e non in dispersione. In una prima fase la lupa ha compiuto spostamenti piuttosto limitati, occupando un’area di pochi kmq intorno al sito di rilascio. Nella seconda fase, coincidente con le ultime settimane, ha iniziato a compiere movimenti a lungo raggio, dai 5 ai 14 km circa (stima minima sulla base delle localizzazioni GPS), lungo direttrici di spostamento ricorrenti. A distanza di un mese dunque Lilith si sta dimostrando in grado di sopravvivere autonomamente in natura. Non è stato ancora possibile accertare il suo eventuale ritorno in un branco, tuttavia è confermata la presenza stabile di altri lupi nel territorio da lei occupato, un elemento che può essere favorevole al suo reinserimento oppure ad un suo graduale allontanamento in cerca di un territorio libero.
Sono state ottenute diverse informazioni in tal senso grazie anche al prezioso apporto del Corpo di Polizia Provinciale di Bologna che, con gli operatori del Centro, stanno portando avanti importanti operazioni di monitoraggio sul territorio (fototrappolaggio, telemetria da terra, sopralluoghi, avvistamenti, tracciatura su neve).
Quello ottenuto con la lupa Lilith è stato un risultato molto importante anche in considerazione delle scarse informazioni che si hanno sul destino degli animali recuperati e rilasciati in natura, soprattutto dopo una riabilitazione così lunga e complessa. Ci auspichiamo che il monitoraggio di questo esemplare possa fornire utili indicazioni anche per una migliore conoscenza della biologia di questo splendido ed elusivo predatore.
DanielaImmagine

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » ven nov 08, 2013 9:01 am

ed oggi brutta notizia

Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica - Monte Adone
https://www.facebook.com/centrotutelafa ... ion=stream

Come avrete compreso la notizia della morte della lupa Lilith non è uscita dal Centro o dagli enti coinvolti nel suo rilascio.
Ci dispiace non aver avuto il tempo materiale di darvi la notizia precisa e completa sulla sua morte anche perché sono trascorse appena 24 ore da quando l’animale è stato effettivamente recuperato senza vita; purtroppo molto spesso il desiderio di “fare notizia” di qualcuno non va di pari passo con serietà e professionalità. Dare un’informazione sommaria purtroppo lascia margine a molti fraintendimenti e aggrava di un super lavoro chi lavora in prima fila … E oggi pomeriggio infatti siamo stati letteralmente presi d’assalto da chi voleva maggiori dettagli rispetto ad un comunicato che non era per nulla chiaro ed esaustivo.
Non vi nascondiamo l’enorme dispiacere per la morte di questa lupa che tanto ci ha impegnato e coinvolto nel suo recupero. Ci teniamo sin d’ora a precisare che Lilith, in un mese e mezzo di vita libera, ha compiuto importanti spostamenti mantenendo un comportamento selvatico ed evitando ogni contatto con l'uomo; è stata rinvenuta in ottime condizioni generali, ottimo lo stato di nutrizione e la pelliccia, tutto ciò a confermare una buona riuscita dell’operazione e che la morte non è legata alle problematiche per cui Lilith è stata curata durante la sua degenza ma è probabilmente imputabile ad un evento accidentale.
Nei prossimi giorni, come abbiamo sempre fatto, vi daremo notizie precise rispetto all’accaduto e soprattutto dopo che la necroscopia e gli altri accertamenti chiariranno la causa di morte che per ora si presume possa essere legata ad un incidente stradale.


ciao Lilith

Immagine
DanielaImmagine

Avatar utente
Pipistrello
Senior member
Messaggi: 564
Iscritto il: ven giu 17, 2011 7:55 am
città di residenza: Roma
Località: Roma

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Pipistrello » lun nov 11, 2013 9:13 am

Una strapazzata.
Bat-Stefania

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » lun nov 18, 2013 3:23 pm

Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica - Monte Adone ha condiviso la foto di Wolf Apennine Center.

E cominciamo la settimana con questa bellissima immagine di libertà del cucciolo curato al CRAS dei Boschi di Carrega (PR) e rilasciato e monitorato in collaborazione con il Wolf Apennine Center. E ora corri anche per Lilith piccolino!

Appena pronto sarà dedicato a questo cucciolo di lupo uno degli episodi di WAC Sharing Experience. Questa estate ha visto il recupero di diversi cuccioli di lupo in tutta Italia, alcuni investiti, altri in condizioni di salute precarie per cause naturali. Vi invitiamo a contattare sempre personale specializzato o comunque autorizzato per il recupero di questi animali (Centri Recupero Animali Selvatici, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Provinciale, personale degli Enti Parco ecc.), evitando soccorsi "fai-da-te", sia per evitare di provocare altre lesioni al cucciolo, sia per la vostra incolumità, cioè per evitare di prendere parassiti o morsicature, sia perché anche il lupo risponde alle leggi della natura e spesso la morte di un cucciolo fa parte di un processo di selezione naturale sul quale non è necessario intervenire, sebbene la cosa possa sembrare triste. Non è ovviamente possibile tenere questi cuccioli come privati cittadini, poiché la detenzione di lupi è illegale al pari di un atto di bracconaggio. — presso Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano.

DanielaImmagine

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » mar nov 19, 2013 8:48 pm

LA MORTE DI LILITH

Lilith, la lupa che il 9 giugno scorso si era rifugiata alla stremo delle forze nel recinto delle pecore dell’Agriturismo Sasso Rosso, a Monte Venere, nel comune di Monzuno (BO), dopo un lungo percorso riabilitativo, il 23 settembre 2013 Lilith era tornata libera dotata di un radiocollare satellitare GPS – GSM fornito dal Wolf Apennine Center.

Quello ottenuto con questa lupa è stato un risultato molto importante anche in considerazione delle scarse informazioni che si hanno sul destino degli animali recuperati e rilasciati in natura, soprattutto dopo una riabilitazione così lunga e complessa. Proprio per questo il nostro Centro, la Provincia di Bologna e il Wolf Apennine Center del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, hanno deciso di formalizzare un accordo di collaborazione per il monitoraggio post rilascio di questo esemplare.

Le ultime localizzazioni ricevute mostravano uno spostamento consistente della lupa, dalle zone di Monzuno attraverso il territorio di Monghidoro, fino alla zona di confine con la regione Toscana per arrivare nel comune di Casalfiumanese dove, in prossimità della S.P. 21 che va da Sassoleone e Giugnola, la lupa Lilith è deceduta.

In data 6 novembre 2013, infatti, il collare ha inviato un' e-mail di allerta che segnalava il decesso dell'animale. Ricevuto il messaggio e trasformati i dati inviati dal collare della lupa, il WAC ci ha avvisato tempestivamente e, dopo aver allertato la Polizia Provinciale di Bologna, immediatamente ci siamo attivati per il recupero del corpo dell’animale.

Lilith si trovava a poche decine di metri dalla strada provinciale e, grazie alle precise localizzazioni e all'ausilio dell’attrezzatura per il radiotracking, intorno alle 18 l’abbiamo trovata accucciata sotto ad un fitto cespuglio. Era in ottime condizioni fisiche: la folta pelliccia ormai invernale non mostrava più alcun segno degli interventi chirurgici dei mesi precedenti e lo stato di nutrizione era ottimale. Controllando con attenzione il corpo, abbiamo subito notato una profonda lacerazione tra il collo e il petto. Le radiografie, unitamente all'esame necroscopico effettuato, hanno evidenziato come la lacerazione presente fosse compatibile con una ferita inferta da un cinghiale.
La morte della lupa Lilith non è quindi riconducibile ad un incidente stradale, né ad un episodio di bracconaggio: Lilith è morta per cause naturali. Dopo alcuni giorni di digiuno dovuto al lungo spostamento effettuato, nella lotta per la sopravvivenza Lilith ha avuto semplicemente la peggio; queste sono le leggi della Natura, a cui Lilith è tornata a rispondere dopo il suo rilascio.
E’ stata per certi versi sfortunata, ma è morta libera ed è morta da lupo.

Per maggiori dettagli: http://www.centrotutelafauna.org/appr/S ... lith.xhtml

DanielaImmagine

Avatar utente
Nuri945
Senior member
Messaggi: 15584
Iscritto il: lun apr 07, 2008 5:18 pm
Località: Firenze

Re: Monte Adone - Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica

Messaggio da Nuri945 » mar dic 24, 2013 8:32 pm

da FB https://www.facebook.com/photo.php?fbid ... =1&theater

Come qualcuno di voi avrà visto sulla stampa di questi giorni, domenica pomeriggio siamo stati contattati dalla Polizia Stradale di Pian del Voglio (BO) per una situazione di emergenza riguardante 582 animali trasportati in gravi condizioni su un furgone proveniente da Varese e diretto nel centro e sud Italia: Otto pitoni, tre camaleonti, cinque pappagalli, due nandù, due alpaca, due daini e ancora furetti, cincillà, decine di ratti, cavie, scoiattoli, galline, anatre e numerosi volatili di diverse specie esotiche.
La Polizia Stradale ha coinvolto il Corpo Forestale dello Stato e i veterinari dell’Ausl per tutti gli accertamenti e presso la sede del Centro per diverse ore siamo stati impegnati nelle operazione di scarico e inventario degli animali che sono stati via via sistemati nutriti e abbeverati.
Tutti gli animali sono stati posti sotto sequestro per maltrattamento e per trasporto non idoneo: pitoni, ratti e cavie sono stati affidati ad un’altra struttura di Bologna, mentre gli altri 103 esemplari sono ad oggi ospiti al Centro in attesa delle verifiche e delle decisioni delle autorità giudiziarie.
L’arrivo di tutti questi animali ha portato chiaramente un super lavoro per i volontari del Centro, non molto numerosi in questi giorni di festa; gli esemplari sono al momento in isolamento sanitario in attesa delle necessarie verifiche sanitarie.
Alcuni degli animali oltre ad essere assetati erano evidentemente stressati dalle condizioni di trasporto; a parte le condizioni di nutrizione non ottimale in alcuni casi, ora tutti stanno bene e si sono ambientati.
PER CHI VOLESSE COMPRENDERE MEGLIO LA STORIA ANDRÀ IN ONDA QUESTA SERA UN SERVIZIO GIRATO OGGI POMERIGGIO QUI ALLA NOSTRA SEDE DOVE LE AUTORITÀ COINVOLTE SPIEGHERANNO MEGLIO I RISVOLTI DELLA VICENDA.
ore 18.30 – Studio Aperto
ore 19.00 – Tg 4
ore 20.00 – Tg 5
e poi sul Tgcom
DanielaImmagine

Rispondi

Torna a “Notizie, iniziative, petizioni, appelli”