Pubblicazioni

pdfNidi su Tralicci, collaborazione Ornis italica - Terna SpA

Sono riportati qui i risultati della collaborazione tra Ornis italica e Terna nel 2013


pdfMagnetic fields and wild kestrels

Magnetic fields produced by power lines do not affect growth, serum melatonin, 2 leukocytes and fledging success in wild kestrels.


pdfCovariazione temporale tra dimensioni dell'uovo e condizioni di nidificazione nel gheppio


Lo studio condotto dal 2002 al 2007 ha permesso di ottenere misure volumetriche di ben 1368 uova di gheppio. Generalmente le uova di maggiori dimensioni sono state registrate nelle covate più numerose e precoci; tuttavia tali relazioni sono emerse solo in alcune delle stagioni riproduttive. Particolarmente interessante la scoperta che i successi di schiusa e di involo siano stati indipendenti dalle dimensioni dell'uovo.


pptAria e Vento raccontati dai ragazzi


una bella presentazione in Power Point che racconta la stagione riprodutiva 2008 di Aria e Vento dalla deposizione delle uova fino all'involo dei due piccoli Tati e Ponentino, accompagnata dalla musica di Grignani (il falco, per essere in tema...)


pdfIdentificazione del falco pellegrino


"Identificazione del falco pellegrino".
Per gentile concessione della Provincia di Firenze.

pdfGli uccelli e le linee elettriche


Scopo di questa rassegna è quello di documentare situazioni nelle quali gli uccelli beneficiano delle strutture elettriche sopraelevate. In particolare, viene descritta l’esperienza avviata a Roma nel 1998 e tutt’ora in corso e che ha visto l’installazione di numerose cassette nido sulle linee elettriche ad alta tensione delle principali società elettriche. I dati raccolti suggeriscono che la disponibilità dei siti di nidificazione rappresentava un importante fattore limitante per la riproduzione di questa specie.

pdfDifferenze nelle abitudini alimentari tra gheppi nidificanti in aree limitrofe


Lo studio della dieta dei gheppi nidificanti nel territorio romano ha mostrato che nell'area mediterranea il gheppio ha una dieta più ricca di specie rispetto alle popolazioni del Nord Europa. Inoltre, abbiamo trovato differenze nella composizione della dieta tra coppie nidificanti in aree limitrofe. Le coppie hanno mantenuto una composizione della dieta costante negli anni. In particolare, la dieta di alcune coppie è risultata più ricca in rettili mentre quella di altre in uccelli. L’articolo spiega come tali differenze siano riconducibili a preferenze individuali piuttosto che a diversità della disponibilità di prede nell’area familiare.

pdfLa concentrazione di carotenoidi nella pelle dei gheppi maschi correla con la loro capacità di caccia e con la qualità del loro territorio


Lo studio considera la variabilità delle colorazioni della pelle determinate dai carotenoidi nel gheppio. I risultati indicano che i maschi con colorazioni più intense sono anche quelli che apportano migliori cure parentali e occupano territori migliori, sostenendo l’ipotesi che tali colorazioni siano dei segnali onesti della qualità (ad es., stato di salute, capacità di caccia) del maschio.

pdfComponenti genetica e ambientale dello stress ossidativo in nidiacei di gheppio


Lo studio utilizza un approccio sperimentale – scambio di nidiacei tra nidi diversi - e dimostra come la produzione dei metaboliti dei radicali liberi sia influenzata soprattutto dai geni, mentre le difese antiossidanti presenti nel sangue siano influenzate dalla dieta.

pdfCarotenoidi nel siero e nella cute di nidiacei di gheppio in relazione alle condizioni ambientali e alla supplementazione di differenti dosi di carotenoidi


La coloraziona gialla della cute dei gheppi è prodotta dai pigmenti carotenoidi che questi uccelli acquisiscono dalla dieta. Questo studio mostra che la disponibilità di carotenoidi nelle dieta limita la capacità dei gheppi di regolare l'intensità del colore. Questo studio mostra anche che a seguito della somministrazione di carotenoidi, la lora concentrazione nel sangue incrementa significativamente nell'arco di pochi giorni mentre la l'incremento della colorazione della cute è visibile dopo circa 2 settimane.

pdfFattori che spiegano la variazione delle riserve energetiche nei nidiacei di gheppio


Lo stato nutrizionale è variato in funzione della dimensione di nidiata e della stagione. Tuttavia, il segno di tali associazioni è variata di anno in anno. Infatti, in alcune annate, lo stato nutrizionale è risultato migliore nelle nidiate numerose o in quelle allevate nelle fasi iniziali della stagione riproduttiva. In altre annate, invece, tali associazioni non sono emerse o sono risultate inverse. Le condizioni del tempo, invece, non hanno spiegato significativamente lo stato nutrizionale dei pulli.

pdfFattori che spiegano la variazione delle colorazioni del tegumento e della concentrazione sanguigna dei carotenoidi nel gheppio


Lo studio delle colorazioni determinate dai carotenoidi, pigmenti naturali che gli animali ottengono dalla dieta, è di grande attualità nell'ambito della ricerca sulla selezione sessuale. In questo studio, viene mostrato come la componente ambientale sia più importante di quella genetica nello spiegare la variazione sia della colorazione della cute che nella concentrazione sanguigna di carotenoidi nel gheppio.

pdfPoliclorobifenili nelle uova di gheppio


L'analisi del contenuto di composti inquinanti nelle uova non fertili di gheppio può risultare utile per quantificare il livello di contaminazione locale.

pdfMaggiore predazione dei maschi di ramarro da parte dei gheppi


In natura, i maschi di molte specie sono più vulnerabili alla predazione delle femmine. I motivi son vari, dipendendo dalla specie in esame. Ad esempio, i colori vistosi necessari nel corteggiamento rendono il maschio più visibile ai predatori. Anche il movimento dei maschi cresce nella fase di accoppiamento esponendoli a maggiori rischi di essere predati. In questo studio viene mostrato per la prima volta che anche i maschi di una specie di lucertola, il ramarro, vengono predati sono più vulnerabili delle femmine alla predazione da parte dei gheppi. Le motivazione vanno probabilmente ricercate nell'attività dei maschi di ramarro, particolarmente altra durante la fase di accoppiamento, che porta i maschi a muoversi anche in aree aperte, ben lontani dai cespuglio ove normalmente vivono.

pdfLa disponibilità di carotenoidi non limita le capacità dei nidiacei di gheppio di fronteggiare lo stress ossidativo


In questo studio, la dieta dei nidiacei di gheppio è stata arricchita con carotenoidi, composti con capacità antiossidanti. Tuttavia, lo studio mostra che, malgrado le proprietà antiossidanti, i carotenoidi non migliorano la capacità dei nidiacei di gheppio di fronteggiare lo stress ossidativo.

pdfI campi magnetici non influenzano lo stress ossidativo e le riserve energetiche dei nidiacei di gheppio


Questo studio mostra come l'esposizione ai campi elettromagnetici generati sui tralicci dell'alta tensione non influenzi il bilancio tra radicali liberi e antiossidanti nè le riserve energetiche nei nidiacei di gheppio.

pdfVariazione morfologica e dimorfismo sessuale delle scaglie cefaliche di ramarro


In questo studio è stato analizzato il dimorfismo sessuale nel ramarro, un lacertide comune in Italia centrale. L’analisi delle scaglie cefaliche mediante tecniche di morfometria geometrica ed analisi multivariata hanno mostrato come una buona componente delle differenze di forma tra maschi e femmine sia dovuta alla differenti dimensioni, con i maschi più grandi delle femmine. In particolare, i muscoli temporali, nucali e masticatori sembrano aver giocato un importante ruolo evolutivo nel determinare le differenze morfologiche del capo tra i sessi.

pdfVariazione nei carotenoidi tra le popolazioni di iguane terrestri delle Galapagos


Lo scopo del lavoro è stato definire i fattori che spiegano la variazione dei tipi di carotenoidi e della loro concentrazione nel sangue tra cinque popolazioni di iguana terrestre delle Galápagos (Conolophus subcristatus), presenti in quattro isole. I tipi di carotenoidi presenti solo stati gli stessi in tutte le popolazioni e in entrambi i sessi. Invece, la loro concentrazione nel sangue è stata differente tra le popolazioni, in relazione all’abbondanza e alla distribuzione del cibo. Inoltre, la concentrazione è risultata più alta nelle femmine.

pdfEffetti della risposta immunitaria mediata dalle cellule T sullo stress ossidativo negli uccelli


Lo studio dimostra come la risposta immunitaria determini in nidiacei di gheppio allo stato selvatico un incremento del grado di stress ossidativo dovuto al contemporaneo incremento del danno e decremento della capacità di difesa antiossidante. In questo contesto, i carotenoidi sono risultati composti utili nell’immunostimolazione, ma meno importanti nella protezione dell’organismo dal danno arrecato dai radicali liberi.

 
 
Ornis italica, Piazza Crati 15, 00199 Rome, Italy.
Tel/fax: (+39)0774571974
e-mail: ornisitalica@gmail.com